Arte e artigianato

Perché lì le botteghe erano tutte botteghe; se ci fosse stata una gioielleria, sarebbe stata una bottega. Anche dove lavorava il falegname, benché non ci si comprasse nulla, si chiamava bottega. Anche l’antro lungo, tutto nero, dove spiccava, come incendio nella notte, il fuoco della fucina e il pezzo di ferro arroventato che Torquato modellava battendo sull’incudine dove il garzone glielo teneva fermo con una morsa, pareva trasparente, era bottega…”

Dolores Prato, Giù la piazza non c’è nessuno