I giocatori

Corrado risponde Il giocatore non può colpire il pallone uscendo dal campo di gioco, né può colpirlo con un’altra parte del corpo che non sia il bracciale (se ciò dovesse accadere il giocatore verrebbe a perdere il punto). Commette fallo chi manda il pallone fuori dal campo, lateralmente o al di sopra del muro di appoggio, come commette fallo chi non fa superare al pallone la linea mediana. Fa una volata chi manda il pallone al di là della linea di fondo ma nello spazio limitato dalle antenne: in questo caso la squadra conquista il punto, mentre lo perde se non riesce a rimandare il pallone che non è andato in fallo. Vince un gioco la squadra che arriva per prima a quattro quindici. Se gli avversari non hanno fatto nessun quindici il gioco è ugualmente vinto, è detto marcio e conta per due. Il battitore batte per due giochi di seguito dopo dei quali passa alla ribattuta lasciando il trampolino al battitore avversario. Più trampolini formano una partita. L’abilità di un giocatore si evidenzia anche nella capacità di imprimere al pallone il cosiddetto brillo, cioè l’effetto, di cui si avvalgono i battitori per evitare falli e rendere più difficile la ripresa del pallone da parte degli avversari.